Benvenuti su Sì! Magazine - il blog di pagine sì!

WhatsApp per Android: cambiamenti nei backup su Google Drive

Telefono

WhatsApp ha recentemente annunciato un importante cambiamento per gli utenti Android che partecipano al programma beta dell’app e, in seguito, per tutti gli altri utenti. A partire da dicembre 2023, l’offerta di spazio di archiviazione illimitato su Google Drive per i backup di WhatsApp non sarà più disponibile, il che potrebbe rendere necessario un’attenta considerazione delle opzioni di backup.

La notizia è stata anticipata da WhatsApp lo scorso novembre e ora, con qualche leggero ritardo, sta diventando realtà. Gli utenti Android che utilizzano la versione beta dell’app hanno cominciato a ricevere notifiche relative alla riduzione dello spazio di archiviazione gratuito su Google Drive per i loro backup.

Fino al 2023, WhatsApp consentiva agli utenti Android di archiviare chat e contenuti multimediali su Google Drive senza alcun impatto sui 15 GB di spazio gratuito associati a un account Google. Questo è stato un vantaggio notevole, soprattutto se paragonato alla situazione degli utenti iPhone che dipendono da iCloud, che offre solo 5 GB gratuiti e non consente il backup illimitato di WhatsApp.

 

Whatsapp: per acquistare spazio su Google, si dovrà pagare

Tuttavia, ora WhatsApp ha deciso di allineare la politica di archiviazione per gli utenti Android a quella degli utenti iPhone, comportando importanti cambiamenti. Gli utenti beta di Android stanno già riscontrando che i loro backup di WhatsApp, inclusi messaggi, immagini e video, vengono conteggiati nel loro spazio di archiviazione disponibile su Google Drive. È importante notare che gli utenti riceveranno una notifica con 30 giorni di anticipo prima dell’entrata in vigore di questa modifica. Coloro che esauriranno il proprio spazio di archiviazione gratuito dovranno considerare l’acquisto di ulteriore spazio su Google Drive, che è disponibile tramite i piani di Google One a partire da 1,99 euro al mese.

Per coloro che si trovano di fronte a questa situazione, ci sono diverse alternative. È possibile trasferire manualmente le chat di WhatsApp su un PC, come illustrato in una guida precedentemente menzionata. In alternativa, è possibile liberare spazio su Google Drive eliminando documenti, foto o allegati di Gmail non necessari. Un’altra opzione è quella di escludere i video dai backup di WhatsApp, poiché solitamente occupano più spazio rispetto ad altri tipi di contenuti, consentendo così di ridurre le dimensioni complessive del backup.

Al momento, non ci sono informazioni precise sulla data in cui questa modifica verrà implementata per tutti gli utenti nella versione stabile dell’app. Tuttavia, sia Google che WhatsApp hanno suggerito che alcune promozioni di Google One potrebbero essere messe a disposizione per attenuare l’impatto di questa transizione per gli utenti. Sarà importante monitorare gli annunci futuri per rimanere aggiornati su questa importante modifica relativa alla politica di archiviazione dei backup di WhatsApp.

Condividi l'Articolo:

Redazione
Redazione
Le persone del Sì! Magazine, il blog di Pagine Sì! dedicato alla realtà digitale. Scriviamo guide, informazioni, approfondimenti e notizie sul nostro mondo. Qui trovi le piccole e grandi storie di successo, gli importanti dibattiti sull’innovazione, i temi legati alla trasformazione digitale, gli strumenti utili legati alla tecnologia e al marketing.

richiedi consulenza gratuita

Imprenditore o Professionista? Sviluppa la tua Strategia Digitale

Se hai una Azienda o sei un Libero Professionista, approfitta della Consulenza Pagine Sì! per definire la tua Strategia di Comunicazione e Marketing Digitale.

Compila il Modulo di Richiesta e ti forniremo una CONSULENZA GRATUITA e senza impegno.

CONSULENZA_MAGAZINE