Vai al Sito Ufficiale di Pagine Sì!

Prendersi cura del proprio sito web è cosa buona (e giusta)

Un sito web, come ben sai, è una vetrina importante per la tua azienda.

Purtroppo, in molti continuano a pensare che una volta realizzato e pubblicato, il sito possa campare di vita propria. Invece non è così. Possiamo infatti paragonare un sito web ad una casa: all’inizio tutto è nuovo, bello e perfetto ma, dopo un po’ che la abiti e ricevi ospiti… la casa si sporca e va pulita; bisogna riempire il frigorifero con la spesa; qualche elettrodomestico si può rompere e va sostituito, e via dicendo. Ecco quindi alcuni semplici consigli di manutenzione, aggiornamento e cura del proprio sito web.

 

Fai interventi periodici di manutenzione tecnica

La manutenzione del sito comprende tutto ciò che riguarda la gestione e l’aggiornamento del sito da un punto di vista tecnico. Per motivi di sicurezza e di compatibilità del sito con dispositivi e software utilizzati dai visitatori, è indispensabile verificare in modo costante e continuo che non ci siano problemi di alcun tipo.

La manutenzione può essere periodica (es. backup del sito, servizi statistici, inserimento o modifica di funzioni…) o occasionale – nel momento in cui possono sorgere problematiche specifiche (es. disservizi dovuti all’hosting, velocità di caricamento delle pagine, aggiornamento dei temi, dei plugin e del CMS).

Un esempio concreto lo abbiamo con i siti realizzati con WordPress, la piattaforma CMS più diffusa al mondo (secondo alcune statistiche sono infatti 810 milioni i siti costruiti con WordPress, pari al 43% di tutti i siti internet esistenti).

Gli aggiornamenti di WordPress (piattaforma, plugin, temi) sono molto frequenti, tra aggiornamenti di funzionalità o di sicurezza. Mantenere l’equilibrio e il funzionamento di un sito così costruito richiede un monitoraggio attento di questi aggiornamenti. 

Prima di installare qualsiasi aggiornamento è necessario verificare sempre la compatibilità con l’hosting, con il tema del sito e tra i vari plugin utilizzati. Il rischio che si corre è che se si aggiorna il CMS ma poi il tema o i plugin non sono compatibili, il sito potrebbe smettere di funzionare in alcune sue parti, fino ad arrivare al caso in cui non sia più raggiungibile.

Per questo motivo, per fare una buona manutenzione del sito non avere fretta di avviare gli aggiornamenti. Controlla prima che i plugin o il tema del sito da aggiornare siano verificati come compatibili da WordPress stesso.

 

Controlla e aggiorna i contenuti del sito web

La prima cosa da fare quando si tratta dei contenuti presenti sul tuo sito è correggere i collegamenti interrotti. Quando crei contenuti per il tuo sito, ti colleghi ad altri siti web e pagine all’interno di quel contenuto.

Questi link non solo ti aiutano a fornire preziose informazioni al tuo pubblico su argomenti specifici, ma aiutano anche i motori di ricerca come Google a indicizzare i tuoi contenuti. Tuttavia, quando questi link non sono più funzionanti, Google non riesce a indicizzare quelle pagine e gli utenti non le possono vedere.

Poiché questo aspetto è fondamentale per la tua azienda, ti consigliamo di controllare i link sul tuo sito almeno due volte al mese. Puoi utilizzare uno strumento come Google Search Console per identificare la presenza di eventuali collegamenti interrotti.

Successivamente, continuando la manutenzione del sito web, si passa ad esaminare l’aggiornamento dei contenuti pubblicati. I contenuti del tuo sito hanno un ruolo chiave nell’aiutarti a mantenere vivo l’interesse dei tuoi utenti, soprattutto quando vuoi convincerli ad acquistare i tuoi prodotti. 

Con l’andare del tempo, tuttavia, potresti scoprire che alcuni dei contenuti che hai creato in precedenza non sono aggiornati. Non solo, potresti anche accorgerti che il tuo sito ha bisogno di essere rifatto da zero. Infatti, Google favorisce il posizionamento di quei siti che ricevono aggiornamenti frequenti, soprattutto quando sono più sostanziosi, come nel caso di un rinnovamento visivo e tecnologico.

Quindi, ogni due o tre mesi, ti consigliamo di controllare se le pagine del tuo sito contengono informazioni obsolete. Che si tratti di articoli di blog, pagine di servizi o di prodotti, assicurati di fornire sempre le informazioni più accurate.

 

Verifica la compatibilità del tuo sito con più browser

L’ultimo elemento da tenere a mente per la manutenzione del sito web è testarne il comportamento con browser diversi. Browser come Firefox, Chrome e Safari ricevono aggiornamenti frequenti. A volte questi aggiornamenti possono influire sul modo in cui gli utenti vedono il tuo sito.

Ti consigliamo di testare il tuo sito web in ciascuno di questi browser per assicurarti che funzioni a dovere. Se il tuo sito non è compatibile con gli aggiornamenti del browser, potresti dover modificare il tuo sito per assicurarti che sia navigabile correttamente e senza errori su ogni browser.

 

Conclusioni

Come avrai intuito, prendersi cura di un sito web richiede tempo e attenzione. Per questo motivo le Web Agency propongono sempre un piano di assistenza e manutenzione post pubblicazione del sito.

Se ti senti un po’ sopraffatto da tutte queste informazioni da ricordare, o pensi che siano operazioni troppo complicate da fare da solo, puoi contattarci per richiedere una consulenza gratuita. Scoprirai se il tuo sito ha bisogno di interventi di manutenzione e aggiornamento.

Condividi:

I Più RECENTI
ARTICOLI CORRELATI

Ti potrebbe interessare anche...

RESTA AGGIORNATO

Iscriviti alla Newsletter di Sì! Magazine

Niente spam, riceverai una mail al mese con i migliori articoli e le novità più interessanti per il tuo business.