Benvenuti su Sì! Magazine - il blog di pagine sì!

Cambiamenti per l’iPhone nell’UE: adattamenti di Apple al DMA

iPhone 16 Pro

In un contesto di continua evoluzione normativa e tecnologica, Apple ha recentemente svelato una trilogia di aggiornamenti significativi destinati a iOS nell’Unione Europea. Questi cambiamenti, volti a soddisfare i requisiti imposti dal Digital Markets Act (DMA) dell’Unione Europea, segnano un nuovo capitolo nell’interfaccia utente e nelle opportunità di sviluppo disponibili su piattaforme Apple.

La prima modifica introduce una precisazione riguardante i marketplace di app gestiti da terzi. In particolare, Apple ha delineato che gli sviluppatori avranno la libertà di creare negozi di app alternativi, con la possibilità di limitare l’offerta alle sole applicazioni di propria produzione. Questo significa, ad esempio, che una compagnia come Epic Games potrebbe optare per la distribuzione esclusiva dei propri titoli, escludendo quindi le app di terze parti dal proprio store.

 

iPhone aggiornamenti: sì all’installazione di app direttamente da siti web

Il secondo aggiornamento modifica l’approccio verso la gestione dei pagamenti alternativi. Fino ad ora, Apple imponeva un formato standardizzato e neutrale per reindirizzare gli utenti verso piattaforme di pagamento di terzi. La novità sta nel concedere agli sviluppatori la libertà di personalizzare l’interfaccia utente per la selezione dei sistemi di pagamento esterni, migliorando così l’esperienza utente e la visibilità delle diverse opzioni di pagamento.

Il terzo e più rilevante aggiornamento, previsto con il rilascio di iOS 17.5, introdurrà la possibilità per gli utenti di installare app direttamente da siti web, evitando quindi il passaggio attraverso store alternativi. Questa mossa, precedentemente inesplorata da Apple, non equivarrà tuttavia a una piena apertura al sideloading: gli sviluppatori dovranno infatti aderire a criteri specifici per poter offrire tale opzione. Tra questi, l’iscrizione al programma per sviluppatori di Apple da almeno due anni consecutivi e un volume di download di almeno un milione nell’UE nell’anno precedente, oltre al rispetto delle direttive di sicurezza di Apple, la pubblicazione di policy sulla privacy e l’accettazione di una tassa tecnologica per ogni installazione oltre il primo milione.

Questi aggiornamenti normativi offrono nuove vie di distribuzione e modelli di business per gli sviluppatori, ampliando nel contempo le scelte a disposizione degli utenti finali, in un equilibrio tra innovazione, sicurezza e conformità normativa.

Condividi l'Articolo:

Redazione
Redazione
Le persone del Sì! Magazine, il blog di Pagine Sì! dedicato alla realtà digitale. Scriviamo guide, informazioni, approfondimenti e notizie sul nostro mondo. Qui trovi le piccole e grandi storie di successo, gli importanti dibattiti sull’innovazione, i temi legati alla trasformazione digitale, gli strumenti utili legati alla tecnologia e al marketing.

richiedi consulenza gratuita

Imprenditore o Professionista? Sviluppa la tua Strategia Digitale

Se hai una Azienda o sei un Libero Professionista, approfitta della Consulenza Pagine Sì! per definire la tua Strategia di Comunicazione e Marketing Digitale.

Compila il Modulo di Richiesta e ti forniremo una CONSULENZA GRATUITA e senza impegno.

CONSULENZA_MAGAZINE