Benvenuti su Sì! Magazine - il blog di pagine sì!

Il nuovo Abbonamento Netflix con Pubblicità sbarca in Italia

netflix con pubblicità

Evoluzione dello Streaming online in Italia: le principali piattaforme annunciano nuovi piani

Il panorama degli streaming online sta subendo una rapida evoluzione. Ormai anche in Italia, Netflix, Amazon Prime Video e Disney+ hanno presentato il loro nuovo piano abbonamenti con pubblicità. Per tutti infatti è prevista un’offerta con inserzioni. A questa nuova soluzione proposta dalle tre piattaforme segue una domanda: sarà il declino della promozione tradizionale o l’inizio di un nuovo modello di marketing nell’era digitale?

 

Per i puristi guardare film senza interruzioni è troppo importante?

I puristi dello streaming, abituati a godersi i contenuti senza interruzioni, potrebbero storcere il naso. Guardare un film su Netflix, Amazon Prime Video o Disney+ è notevolmente diverso dalla tipica visione televisiva, spesso interrotta da spot pubblicitari reiterati e non sempre pertinenti, che allungano in modo considerevole la durata dei programmi. Per alcuni può sembrare un salto nel passato, alla tv tradizionale, sicuramente per le aziende è un’ottima opportunità.

 

Dettagli del nuovo piano di Netflix con pubblicità: spot brevi, limiti sulla condivisione password e costi

Il nuovo piano proposto da Netflix impone brevi spot pubblicitari, con durata variabile tra 15 e 30 secondi, posizionati all’inizio o durante la visione, con un tetto massimo di 5 minuti ogni ora. Il costo? 5,49 euro mensili, per contenuti in Full HD (1080p). A partire dal 2024 poi, renderanno impossibile la condivisione delle password di accesso. 

A farne le spese è il vecchio piano “Base” da 7,99€ al mese, che non sarà più disponibile per i nuovi abbonati o per chi riattiva un abbonamento precedentemente sospeso. Il piano Standard “classico” e quello Premium rimangono invariati; stesso tipo di risoluzione (Full HD per lo Standard e 4K per il Premium) e con il download per la visione offline dei contenuti. Tuttavia, sia lo Standard “classico” che quello con pubblicità consentiranno la fruizione solamente su due dispositivi e l’accesso completo a Netflix Games.

Alla fine, rispetto al piano Standard “classico”, il risparmio mensile offerto dal piano con pubblicità equivale a poco più di sette caffé. Seppure sia un periodo in cui è importante risparmiare dal punto di vista economico, per chi è ormai abituato allo streaming le interruzioni potrebbero essere un deterrente per l’acquisto del pacchetto, anche se gli spot (non “skippabili”) potranno essere messi in pausa. Con il tempo, l’algoritmo di Netflix dovrebbe perfezionare le proposte pubblicitarie proponendo quelle che più interessano l’utente, al quale sarà data la possibilità di un feedback sullo spot visualizzato o di segnalare eventuali anomalie.

 

Una transizione morbida per le piattaforme: rafforzamento economico e adattamento del pubblico

Una soluzione sufficientemente indolore per chi usufruisce del servizio e un’opportunità per chi utilizzerà gli spot pubblicitari che, grazie ai feedback ricevuti, potranno migliorare e ottimizzare la loro offerta. È anche un’occasione per le piattaforme di trasformarsi in modo graduale, rafforzandosi economicamente senza inimicarsi il pubblico, che progressivamente sarà così “educato” al nuovo format. Inoltre la stretta comune delle piattaforme contro l’uso condiviso degli account potrebbe spingere chi le utilizza saltuariamente (magari poche volte al mese e a rotazione) a ricorrere ai piani più economici e con le inserzioni. La somma del risparmio di un abbonamento Apple TV+, Amazon Prime Video, Disney+, Paramount+ e Netflix con pubblicità potrebbe risultare interessante per chi ha più iscrizioni.

 

Come accedere al nuovo servizio Netflix con la pubblicità: istruzioni per nuovi utenti e attuali abbonati

Per usufruire di questo nuovo servizio, i nuovi utenti possono visitare il sito ufficiale di Netflix e iscriversi seguendo la semplice procedura di registrazione, selezionando il piano desiderato. Per chi invece già dispone di un account e volesse modificare il suo abbonamento, è possibile passare dal piano Base, Standard “classico” o Premium a quello con pubblicità dal proprio pannello di controllo.

 

Cosa ci riserva il futuro?

Se ai più giovani Netflix può sembrare esista da sempre, sono meno di dieci anni che la piattaforma è sbarcata in Italia. L’epoca (d’oro) dello streaming online sta quindi attraversando un periodo di trasformazione, cercando di bilanciare le esigenze economiche con le aspettative degli utenti. L’introduzione di pubblicità potrebbe rappresentare un cambiamento radicale e offrire piani flessibili, potrebbe rendere questa transizione più accettabile; ma alla fine saranno gli utenti a determinare il successo di queste nuove iniziative. Intanto assistiamo a come la visione in streaming, per come l’abbiamo conosciuta, continua a evolversi rapidamente. Un’evoluzione determinante per tutto l’intrattenimento digitale.

Condividi l'Articolo:

Redazione
Redazione
Le persone del Sì! Magazine, il blog di Pagine Sì! dedicato alla realtà digitale. Scriviamo guide, informazioni, approfondimenti e notizie sul nostro mondo. Qui trovi le piccole e grandi storie di successo, gli importanti dibattiti sull’innovazione, i temi legati alla trasformazione digitale, gli strumenti utili legati alla tecnologia e al marketing.

richiedi consulenza gratuita

Imprenditore o Professionista? Sviluppa la tua Strategia Digitale

Se hai una Azienda o sei un Libero Professionista, approfitta della Consulenza Pagine Sì! per definire la tua Strategia di Comunicazione e Marketing Digitale.

Compila il Modulo di Richiesta e ti forniremo una CONSULENZA GRATUITA e senza impegno.

CONSULENZA_MAGAZINE